Principale >> Benessere >> Tutto ciò che devi sapere sull'erba di San Giovanni

Tutto ciò che devi sapere sull'erba di San Giovanni

Tutto ciò che devi sapere sullBenessere

Erba di San Giovanniè una pianta con fiori gialli che cresce in una vasta gamma di climi negli Stati Uniti e in Europa. Conosciuto anche come hypericum perforatum o erba klamath, gli antichi greci usavano la pianta per trattare una serie di disturbi, dai morsi di animali alla depressione. I suoi benefici moderni rientrano in ambiti simili, ma la sua efficacia scientifica e sicurezza rimangono in gran parte non dimostrate all'interno della comunità medica. I potenziali effetti collaterali non sono ampiamente compresi.

L'erba di San Giovanni agisce principalmente attraverso l'ipericina e l'iperforina, i due composti biologicamente attivi nel supplemento che hanno dimostrato di avere proprietà mediche significative. Come in ogni pianta, ci sono molte altre sostanze chimiche presenti, inclusi flavonoidi (quercetina, rutina, luteolina) e tannini, che possono avere benefici per la salute indipendenti, afferma Harrison Weed, MD, un medico di medicina interna presso L'Ohio State University Wexner Medical Center .



Cosa fa l'erba di San Giovanni? Usi e vantaggi

L'erba di San Giovanni è un rimedio naturale spesso venduto in compresse o capsule o come ingrediente in una varietà di integratori e tè per il benessere. I disturbi più comuni trattati con l'erba di San Giovanni sono:



  • Lieve depressione
  • Sintomi della menopausa
  • Malattie infiammatorie
  • Piccoli tagli e ustioni

Come supplemento, non è regolamentato dalla Food and Drug Administration (FDA) statunitense o approvato per il trattamento una qualsiasi di queste condizioni. Tuttavia, ci sono alcune ricerche che indicano la sua efficacia.

Lieve depressione

Degli usi conosciuti dell'erba di San Giovanni, la depressione è la più studiata e la più comunemente citata. È stato dimostrato che i pazienti con depressione lieve traggono un beneficio significativamente maggiore rispetto al placebo e [St. L'erba di San Giovanni è] efficace quanto gli antidepressivi standard, afferma Erin Nance, MD, un chirurgo ortopedico con sede a New York City, citando il Cochrane Review revisione sistematica sull'argomento, che è considerata una delle più complete. Mentre gli studi clinici per il trattamento della depressione lieve indicano risultati positivi, quando si tratta di trattare la depressione moderata, il disturbo depressivo maggiore, la depressione grave o il disturbo bipolare, l'erba di San Giovanni non è un trattamento raccomandato.



L'iperforina presente nell'erba di San Giovanni agisce sui messaggeri chimici nel cervello che possono influenzare l'umore per trattare la depressione lieve, in modo simile al modo in cuiinibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI) funzionano. L'ipericina era considerata l'ingrediente attivo nel trattamento della depressione, spiega il dottor Weed. Attualmente si pensa che l'iperforina sia il principio attivo attraverso effetti sui neurotrasmettitori nel cervello simili agli effetti degli antidepressivi prescritti.

Sintomi della menopausa

Quando si tratta di trattare i sintomi della menopausa, l'integratore a base di erbe ha dimostrato di essere efficace nel trattamento sintomi psicologici legati alla menopausa, come tristezza, ansia e stress, nonché sintomi fisici come vampate di calore e sudorazioni notturne. Mentre i risultati sono statisticamente significativi quando l'erba di San Giovanni viene presa da sola, se assunta insieme al cohosh nero, un'erba in fiore, la ricerca è ancora più avvincente.

Si ritiene che la capacità dell'erba di San Giovanni di trattare i sintomi psicologici della menopausa agisca in modo simile alla sua capacità di trattare la depressione lieve e il disturbo affettivo stagionale, mentre i suoi effetti sui sintomi fisici come le vampate di calore sono studiati e compresi meno ampiamente. A causa del modo in cui l'erba di San Giovanni influisce sui livelli di serotonina del cervello, può anche essere efficace nel trattamento della sindrome premestruale.



Malattie infiammatorie

Sebbene questa applicazione dell'erba di San Giovanni non sia così ampiamente studiata come altre, il supplemento ha dimostrato di agire come un agente antinfiammatorio in topi e ratti limitando l'espressione di agenti infiammatori nel corpo.

Un concerto di estratti dell'estratto di erba di San Giovanni lavorano insieme per diminuire l'attività o diminuire la produzione di alcuni agenti infiammatori.

Piccoli tagli e ustioni

Secondo il dottor Nance, l'integratore a base di erbe è talvolta utilizzato anche come trattamento antibatterico per piccoli tagli e ustioni. Sebbene sul mercato ci siano molti prodotti topici a base di erba di San Giovanni, studi indicano che le formulazioni orali hanno un impatto più positivo sulla guarigione delle ferite rispetto ai trattamenti topici contenenti erba di San Giovanni.



Si ritiene che l'erba di San Giovanni abbia successo nel trattamento di piccole ferite dovute all'iperforina, il principale componente antibatterico dell'integratore a base di erbe. L'iperforina agisce per rallentare la crescita di alcuni tipi di microrganismi presenti all'interno di tagli e ferite. Ulteriori studi indicano che l'ipericina nell'erba di San Giovanni potrebbe essere efficace nell'inattivare alcuni tipi di virus.

Dosaggi

Un dosaggio comune dell'erba di San Giovanni varia da 300 mg a 900 mg al giorno, assunto in dosi divise. È importante consultare il proprio medico sul dosaggio giusto per te; lui o lei prenderà in considerazione altri farmaci che stai assumendo e la tua storia medica. L'erba di San Giovanni è classificata come integratore alimentare, il che significa che, come altre medicine naturali, non è monitorata dalla FDA. È importante fare qualche ricerca per trovare un prodotto di qualità per curare la tua condizione. Prova a evitare di acquistare il supplemento da un altro paese quando si acquista online.



Quando si assume l'erba di San Giovanni per trattare i sintomi lievi della depressione, attendere alcune settimane affinché l'iperforina contenuta nel supplemento abbia un effetto sui neurotrasmettitori, simile ai farmaci antidepressivi da prescrizione. Di solito ci vogliono alcune settimane prima che i farmaci che alterano i neurotrasmettitori abbiano un impatto sull'umore, dice Weed. Inoltre, come qualsiasi antidepressivo, quando interrompi l'assunzione dell'erba di San Giovanni, dovresti ridurla lentamente, piuttosto che interromperla bruscamente. Il tuo medico può consigliarti su un programma di riduzione graduale appropriato.

Gli effetti a lungo termine dell'erba di San Giovanni sono studiati meno ampiamente. Per questo motivo, la maggior parte degli esperti di salute consiglierà di limitarne l'uso a non più di sei mesi. Poiché ci sono molti composti diversi nell'erba di San Giovanni, ciascuno con la propria emivita, e poiché il metabolismo di ogni persona è diverso, si dovrebbe probabilmente presumere che gli effetti dell'erba di San Giovanni `` rimangono '' nel sistema di una persona 'per alcune settimane, aggiunge il dottor Weed.



Effetti collaterali dell'erba di San Giovanni

Gli effetti collaterali più comuni dell'assunzione dell'erba di San Giovanni includono:

  • Gonfiore addominale
  • Anorgasmia (difficoltà a raggiungere l'orgasmo)
  • Stipsi
  • Vertigini / confusione
  • Bocca asciutta
  • Mal di testa
  • Ipertensione (aumento della pressione sanguigna)
  • Nausea
  • Fotosensibilità (arrossamento della pelle / eruzione cutanea / ustione con l'esposizione al sole)
  • Stanchezza / sedazione
  • Frequenza urinaria (aumentata)
  • Sogni vividi

Oltre a queste reazioni avverse, l'erba di San Giovanni può causare una reazione pericolosa per la vita, chiamata sindrome serotoninergica, se assunta con alcuni farmaci. La sindrome serotoninergica può verificarsi a causa dell'accumulo di troppa serotonina. I suoi sintomi includono: agitazione, ipertermia (surriscaldamento), sudorazione, tachicardia (battito cardiaco accelerato) e disturbi neuromuscolari, inclusa la rigidità. Dovresti cercare immediatamente assistenza medica se manifesti uno di questi sintomi.



Interazioni

Poiché l'erba di San Giovanni ha così tante interazioni con farmaci da banco e farmaci da prescrizione, è importante verificare con il proprio medico per vedere se è sicuro per te. È noto che l'erba di San Giovanni ha interazioni con più farmaci a causa del suo effetto sulla ripartizione enzimatica di altri farmaci, afferma il dott.Nance.

È fondamentale avere una conversazione con il medico o il farmacista prima di iniziare un regime di erba di San Giovanni a causa del suo potenziale di interazioni farmaco-farmaco . Alcuni professionisti medici ritengono che i rischi superino i potenziali benefici, incluso il Dr. Weed. Sono stati segnalati fallimenti terapeutici causati dall'erba di San Giovanni per anticoagulanti, HIV, infezioni fungine, glaucoma, organi trapiantati, aritmie cardiache e contraccezione, dice. Più ne prendi, più negativi sono gli effetti.

I seguenti farmaci potrebbero non essere altrettanto efficaci se assunti con l'erba di San Giovanni:

  • Alprazolam (Xanax)
  • Anticonvulsivanti: La diminuzione dell'efficacia può comportare la perdita del controllo delle crisi.
  • Antifungini
  • Antiretrovirali
  • Barbiturici
  • Bupropione (Wellbutrin)
  • Digossina
  • Controllo delle nascite ormonale (pillole anticoncezionali, cerotti e anelli): La diminuzione dell'efficacia del controllo delle nascite può provocare sanguinamento irregolare o una gravidanza non pianificata.
  • Immunosoppressori ( Ciclosporina )
  • Irinotecan
  • Narcotici: La combinazione può aumentare il rischio di sindrome serotoninergica.
  • Omeprazolo (Prilosec)
  • Simvastatina (Zocor)
  • Warfarin (Coumadin)

I seguenti farmaci possono causare una sindrome serotoninergica pericolosa per la vita se assunti con l'erba di San Giovanni:

  • Fluoxetina (Prozac)
  • Sertralina (Zoloft)
  • Tutti gli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI) e gli inibitori della ricaptazione della serotonina-norepinefrina (SNRI)
  • Triptani (una classe di farmaci usati per l'emicrania, come Imitrex o sumatriptan)

Quando l'erba di San Giovanni viene presa con fexofenadina (Allegra) , esso può causare accumuli e intensificare gli effetti collaterali normali.

L'elenco sopra non è un elenco completo di interazioni farmacologiche, ma fornisce alcuni esempi. Assicurati di consultare il tuo medico per assicurarti che l'erba di San Giovanni sia appropriata e sicura da assumere con qualsiasi altro farmaco (prescrizione e da banco, inclusi altri integratori) che usi attualmente.

3 considerazioni prima di prendere l'erba di San Giovanni

L'erba di San Giovanni è stata utilizzata per centinaia di anni come medicina alternativa da una varietà di culture per trattare disturbi che vanno dall'ansia e dai sintomi depressivi alla cura delle ferite e delle ustioni. Determinare se la fitoterapia è giusta per te richiede alcune considerazioni.

  1. La condizione che vuoi trattare: L'erba di San Giovanni è più promettente per il trattamento di depressione lieve, sintomi della menopausa e piccoli tagli e ustioni. Il trattamento della depressione maggiore o delle ferite gravi richiede un approccio diverso rispetto all'erba di San Giovanni. Inoltre, non è comunemente raccomandato curare la depressione senza il coinvolgimento di un medico, quindi cerca un parere medico che rispetti prima di iniziare il tuo regime di erba di San Giovanni per questi scopi.
  2. Quanto tempo prevedi di prendere il supplemento: Poiché le conseguenze a lungo termine dell'assunzione dell'erba di San Giovanni non sono ampiamente studiate, si consiglia di trattare condizioni che possono essere risolte entro sei mesi
  3. Effetti avversi e interazioni: Considera gli effetti collaterali e le interazioni farmacologiche dell'erba di San Giovanni prima di prendere l'integratore a base di erbe.

Non importa come lo utilizzerai, non iniziare mai il trattamento con l'erba di San Giovanni senza consultare un medico, poiché possono verificarsi molte interazioni gravi.